• Superbonus: meglio lavorare gratis che mal pagati

    Redazione Libricondominio | Marzo 1, 2021

    Ti potrebbe interessare:

    13.90

    Spedizione garantita in 48h e gratuita a partire da 30€

    Aggiungi al carrello

    Visualizza

    9.90

    Spedizione garantita in 48h e gratuita a partire da 30€

    Aggiungi al carrello

    Visualizza

    19.90 16.90

    Spedizione garantita in 48h e gratuita a partire da 30€

    Aggiungi al carrello

    Visualizza

    Non so voi, ma da circa una decina di giorni, specie sui social network o sui forum, si trovano quesiti di privati (evidentemente condòmini) di questo tipo “nel mio Condominio, l’amministratore ha chiesto un compenso per la gestione dei lavori del superbonus. Vi chiedo: vi pare normale che, non facendo alcunché, lui avanzi queste richieste?”

    La percezione del condòmino medio è dunque questa: nell’ambito dei lavori del superbonus, gli unici che lavorano sono impresa esecutrice e, nel caso di cessione del credito o sconto in fattura, il general contractor.

    L’amministratore, invece, non occupandosi di riscuotere quote, né di erogare somme all’impresa perché “tutto gratis”, non dovrebbe essere pagato per la gestione del cantiere superbonus.

    Ma è davvero così?

    Oggi vi proponiamo, in abbinamento alla precedente opera sui compensi, un approfondimento specifico che analizza:

    • quali sono i compensi professionali ammessi al beneficio del superbonus 110%
    • il ruolo dell’amministratore per le verifiche nel superbonus
    • come si determina il compenso dell’amministratore per la gestione del cantiere superbonus

    Conclude l’opera un ricco e pratico mansionario pronto per essere personalizzato in base alle vostre esigenze.

    Il compenso dell’amministratore di condominio per la gestione di un cantiere per il superbonus 110%. Tariffario e modelli.

    Stampa articolo

    A cura della Redazione

    Facci sapere cosa ne pensi commentando qui sotto