• La prima casa editrice specializzata nel mondo del Condominio

    Superbonus 110% e compenso dell’amministratore. Qualcosa di muove
    Nuovo DPCM. Persiste la raccomandazione delle assemblee a distanza
    Superbonus: meglio lavorare gratis che mal pagati
    Se chiedi noccioline….attirerai solo scimmie
    Superbonus 110% ed amministratore di condominio: quando scatta il conflitto d’interessi?

    Superbonus 110% anche su edifici con irregolarità lievi? Presentato un emendamento

    Redazione Libricondominio | Ottobre 2, 2020

    Ti potrebbe interessare:

    5.99

    Spedizione garantita in 48h e gratuita a partire da 30€

    Aggiungi al carrello

    Visualizza

    19.90

    Spedizione garantita in 48h e gratuita a partire da 30€

    Aggiungi al carrello

    Visualizza

    13.90

    Spedizione garantita in 48h e gratuita a partire da 30€

    Aggiungi al carrello

    Visualizza

    Si potrebbero realizzare gli interventi sulle parti comuni dei condomìni in cui uno o più condòmini abbiano commesso delle irregolarità nei propri appartamenti.

    Stabilizzare il Superbonus 110% fino al 2024 e ampliare la sua portata per coinvolgere il maggior numero di interventi possibili.

    Questo è l’obiettivo che il Governo intende raggiungere, utilizzando la conversione del Decreto agosto. A dare questa anticipazione è il Senatore M5S, Gianni Pietro Girotto.

    Il Senatore,  sulla sua pagina Facebook, ha spiegato alcune modifiche allo studio:

    • ampliamento dei beneficiari e degli interventi agevolati, compatibilmente  con le disponibilità finanziarie;
    • la proroga del Superbonus 110% dal 31 dicembre 2021 al 31 dicembre 2024;
    • possibilità di realizzare gli interventi sulle parti comuni dei condomìni in cui uno o più condòmini abbiano commesso delle irregolarità nei propri appartamenti, a condizione che tali irregolarità non riguardino le parti comuni.

    La ratio delle modifiche proposte, spiega Girotto, è “salvare nei condomìni il grosso dell’intervento, cioè quello sulle parti comuni, dato che il maggior beneficio si ottiene con la posa del cappotto termico e la sostituzione dell’impianto termico”. L’emendamento, così come presentato nel corso di conversione del decreto agosto,  ridurrebbe i contenziosi. 

    Le nuove responsabilità civili dell’Amministratore di Condominio

    Stampa articolo

    A cura della Redazione

    Facci sapere cosa ne pensi commentando qui sotto