• La prima casa editrice specializzata nel mondo del Condominio

    Superbonus 110% e compenso dell’amministratore. Qualcosa di muove
    Nuovo DPCM. Persiste la raccomandazione delle assemblee a distanza
    Superbonus: meglio lavorare gratis che mal pagati
    Se chiedi noccioline….attirerai solo scimmie
    Superbonus 110% ed amministratore di condominio: quando scatta il conflitto d’interessi?

    Le spese condominiali concorrono alla determinazione dell’importo sul quale calcolare il credito d’imposta

    Redazione Libricondominio | Maggio 6, 2020

    Ti potrebbe interessare:

    6.99 5.59

    Spedizione garantita in 48h e gratuita a partire da 30€

    Aggiungi al carrello

    Visualizza

    13.90

    Spedizione garantita in 48h e gratuita a partire da 30€

    Aggiungi al carrello

    Visualizza

    13.90

    Spedizione garantita in 48h e gratuita a partire da 30€

    Aggiungi al carrello

    Visualizza

    Con il comunicato stampa del 6 maggio 2020, l’Agenzia delle Entrate pubblica le  nuove risposte  ai quesiti di operatori, professionisti e associazioni.

    In merito al credito di imposta, il comunicato dedica un intero paragrafo in cui sono forniti chiarimenti ai quesiti relativi al credito d’imposta per botteghe e negozi (articolo 65 del Decreto).

    Nel quesito 3.1 denominato spese condominiali si chiede di conoscere se, ai fini del calcolo dell’ammontare del credito d’imposta spettante, si debba tenere conto anche delle spese condominiali addebitate al conduttore, a prescindere dalle modalità di addebito (in forma separata o unitaria rispetto al canone).

    Ecco la risposta: qualora le spese condominiali siano state pattuite come voce unitaria con il canone di locazione e tale circostanza risulti dal contratto, si ritiene che anche le spese condominiali possano concorrere alla determinazione dell’importo sul quale calcolare il credito d’imposta.

     

    Stampa articolo

    A cura della Redazione

    Facci sapere cosa ne pensi commentando qui sotto