• Arera propone bonus sociali anche per i rifiuti

    Redazione Libricondominio | Aprile 24, 2020

    Ti potrebbe interessare:

    13.90

    Spedizione garantita in 48h e gratuita a partire da 30€

    Aggiungi al carrello

    Visualizza

    19.70

    Spedizione garantita in 48h e gratuita a partire da 30€

    Aggiungi al carrello

    Visualizza

    19.20 17.90

    Spedizione garantita in 48h e gratuita a partire da 30€

    Aggiungi al carrello

    Visualizza

    Bonus Sociali: automatismo per energia, gas e acqua e avvio del bonus rifiuti

    Con una segnalazione a Governo e Parlamento l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente suggerisce alcuni interventi normativi tesi a mitigare, per quanto possibile, la situazione di disagio e le eventuali criticità legate all’emergenza Covid-19 per i clienti finali di energia elettrica e gas naturale e per gli utenti del servizio idrico integrato e del servizio di gestione dei rifiuti (urbani e assimilati).

    Si pensa, quindi, alla fase due. Dopo essere intervenuta, con misure urgenti volte alla attenuazione delle criticità, lavorando prevalentemente sui termini di incasso e di pagamento e sulle scadenze relative agli adempimenti obbligatori, ARERA invita oggi, con una segnalazione rivolta a Governo e Parlamento, a definire nuovi strumenti più strutturali e basati sulle prime informazioni che emergono dal monitoraggio dell’emergenza. Strumenti che potrebbero dispiegare i propri effetti già dalle prossime settimane.

    Ecco alcune proposte avanzate:

    Bonus Sociali: automatismo per energia, gas e acqua

    A sostegno delle fasce più in difficoltà della popolazione, l’Autorità ha già disposto misure semplificative per i rinnovi dei bonus sociali energia, gas e acqua, in scadenza. A completamento del quadro suggerisce a Governo e Parlamento di valutare una norma che preveda il rinnovo automatico per ulteriori dodici mesi (senza soluzione di continuità) dei bonus con scadenza prevista tra il 1° marzo e il 31 dicembre 2020. Questo consentirebbe di supportare le famiglie beneficiarie che ne hanno diritto sino all’avvio del “riconoscimento automatico dei bonus” (già previsto a partire dall’anno 2021 nel Decreto legge 124/2019) evitando adempimenti amministrativi sia alla popolazione interessata, limitata negli spostamenti, che alle strutture amministrative preposte alla gestione dei bonus.

    Avvio del bonus rifiuti

    Ulteriore contributo potrebbe giungere dal previsto Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri con i criteri attuativi che consentiranno ad ARERA di avviare il bonus sociale anche per il settore rifiuti.

    Potenziare il Fondo di Garanzia

    Per quanto riguarda il servizio idrico integrato l’Autorità vorrebbe potenziare alcuni strumenti e si auspica un rafforzamento del Fondo di garanzia per gli interventi finalizzati al potenziamento delle infrastrutture idriche.

    La richiesta è ancora una volta una semplificazione che consenta di ridurre i tempi burocratici di gestione delle risorse e una gestione diretta e semplificata degli aspetti che fanno capo all’Autorità e lo stanziamento di 100 milioni di euro aggiuntivi al budget già previsto. Questa quota extra servirebbe per poter ampliare i beneficiari delle agevolazioni del Fondo.

    Fonte: comunicato stampa Arera

    Stampa articolo

    A cura della Redazione

    ×

    Powered by WhatsApp Chat

    × Ti possiamo aiutare?